Oggetto: SVILUPPO DEL MADE IN ITALY: SISTEMA COMMERCIALE RESIDUALE SOSTENIBILE PER EXPORT DELLE PMI NEI PAESI LONTANI AD ALTO VALORE.

 

SVILUPPO DEL MADE IN ITALY: SISTEMA COMMERCIALE RESIDUALE SOSTENIBILE PER EXPORT DELLE PMI NEI PAESI LONTANI AD ALTO VALORE.

Considerazioni.

▪ Il rapporto 2020 del World Economic Forum ha posto al terzo posto la creatività per gestire al meglio la quarta rivoluzione industriale; le nostre PMI sono prime al mondo per la creatività; il loro sviluppo richiede   modalità operative basate su comunione d’intenti e cooperazioni sistematiche aperte, che non distraggano dall’attività ordinaria. 

▪ Le PMI manifatturiere hanno bisogno di produrre e vendere; realizzano l’80% circa del PIL italiano, la loro crescita è fondamentale; il loro potenziale è alto, esportano il 29% contro il 50% di altri Paesi; spesso escludono la leva dell’export nei Paesi lontani ad alto valore commerciale a causa di scarsa massa critica a causa delle loro mini-dimensione, ridotte disponibilità finanziarie.

▪ I Commercialisti dal 2016 hanno deciso di assistere i Clienti che puntano all’estero con l’obiettivo di valorizzare il loro ruolo sulle questioni tecnico-operative connesse alla internazionalizzazione.

*****

Principali caratteristiche del sistema commerciale residuale innovativo.

Supporto professionale al Sistema.

Commercialisti tramite una Società Fiduciaria garantiscono l’Accordo fra le Aziende. Manager esperti dei mercati ad alto valore commerciale rispondono degli obiettivi loro assegnati. Consulenza e servizi qualificati. Banca agente. Società Fiduciarie rappresentano ed unificano i voti in assemblea.

Obiettivo.

Penetrare i mercati con metodo e risorse che siano attrattivi per canali tradizionali, Centri Commerciali, GDO, E-commerce mediante la condivisione di una struttura commerciale che possa anche adattarsi ai repentini cambiamenti del mercato e della domanda. Superare il nanismo delle aziende, conseguire massa critica, abbattere i costi logistici e gli investimenti per la comunicazione. Esternalizzare la funzione commerciale senza delocalizzare la produzione.

Modalità operativa

Sistema esternalizzato fra Imprese manifatturiere per l’esportazione strutturata nei Paesi residuali dove le imprese non sono presenti. Società concessionaria autofinanziata con modesto capitale iniziale, sostenuta da una percentuale sul fatturato, partecipata pariteticamente da Aziende che collaborano per un obiettivo condiviso; lavora con numeri importanti; è amministrata da un Indipendente e diretta da Manager che rispondono degli obiettivi; promuove i prodotti con le etichette originali.

Implementazione.

Le Aziende costituiscono la società tramite una Società Fiduciaria; delegano i loro Professionisti di fiducia a rappresentarli in Assemblea che delibera il testo dell’Accordo, il management della società, la consulenza commerciale e legale indipendente, i due tipi di pareggio (uno calcolato in base alla capacità produttiva autonoma e l’altro in base alla potenzialità produttiva finanziata di ciascuna azienda socia).

Benefici diretti, indiretti, indotti.

Indipendenza dai Mercati, incremento della produzione delle singole Aziende, riduzione del rischio d’impresa; mantenimento dell’identità di marchio; frazionamento e sostenibilità dei costi di management, comunicazione, marketing, immagine, logistica, spazi, sviluppo; massa critica ed economie di scala; unificazione degli uffici commerciali nei Paesi residuali; utilizzo degli accordi commerciali UE e dei fondi europei; maggiore competitività delle PMI, più futuro per i Giovani, più PIL meno debito pubblico.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *